SELVE DI ANTENNE E MERAVIGLIA DEL VIVERE (di Adolfo Leoni)

Terra di Marca

Guardo la torre del duomo di Fermo e rabbrividisco tanto è fitta la selva di antenne dei gestori telefonici.
Brutto spettacolo.
A Santa Caterina, sempre di Fermo, i residenti hanno protestato: non vogliono antenne vicino casa, specie vicino alle scuole.
Anche Salvano si sta sollevando.
Un rebus per il comune di Fermo, che di rebus e nodi ne ha già tanti.
Un vecchio detto popolare suona così: vogliamo la botte piena e la moglie ubriaca.
Calza perfettamente anche alla questione “antenne”.
Vogliamo sempre più connessione, sempre più servizi telematici, sempre più rapidità, sempre più comunicazione, sempre più telefonini all’avanguardia, ma non vogliamo antenne sulle nostre teste.
Un comportamento un poco schizofrenico.
E come si fa, allora? Si possono eliminare le antenne?
Le si possono spostare in aperta campagna con lo stesso effetto del centro storico? Le si possono talmente fortificare da trasmettere da luoghi solitari?
Non m’intendo del settore e…

View original post 50 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...